Suso a Lele. Lettere (dicembre 1945-marzo 1947)

 12 posts
User avatar
Posts: 42
Location: Mali

Anist2002, 19.03.2017 14:44

Suso a Lele. Lettere (dicembre 1945-marzo 1947)




Description:

File Size: 34 mb
Rep+ and enjoy

RAR file contains

1. Suso a Lele. Lettere (dicembre 1945-marzo 1947).pdf
2. ReadMe.Important!.txt
3. Suso a Lele. Lettere (dicembre 1945-marzo 1947).mobi
4. Suso a Lele. Lettere (dicembre 1945-marzo 1947).epub
5. Suso a Lele. Lettere (dicembre 1945-marzo 1947).doc


VirusTotal.com Scan

SHA256: f52e819ddaa98195f2ccbf12414d0f2446fa8bb9f3121563e5c84a12e75b2917
File name: Suso a Lele. Lettere (dicembre 1945-marzo 1947).rar
Detection ratio: 0 / 53 / Seems to be clean

Ebook Details:

Lettere allegre e dettagliatissime in cui Lele dAmico e sua moglie Suso rimangono in contatto durante la malattia di lui, da dicembre 1945 a marzo 1947. Se proprio potessi fare quel che mi sembra perfetto vorrei venire da te a rapirti. Lidea di venire da te a orario, di non poterti avere con me quando ti vorrei, mi asciuga la bocca. Verso la fine del 1945 a Lele dAmico fu diagnosticata una grave forma di tubercolosi, e il giovane aspirante musicologo fu costretto al ricovero in una clinica svizzera, dove avrebbe trascorso sedici mesi. Sua moglie Suso rimase sola con due figli piccoli. Decisa a cavarsela da sola, si impegnò in lavoretti precari prima di trovare uno sbocco partecipando a delle sceneggiature cinematografiche, con un successo al quale lei stessa stentò a credere. Intanto seguiva la crescita e i progressi della prole, e cercava di tenere alto il morale del marito lontano. Gli scrisse tutti i giorni, lettere allegre e dettagliatissime in cui riscaldandolo col proprio affetto e con quello dei figli lo aggiornava sui suoi amici del mondo della musica (Rota, Casella, Petrassi, Previtali) e sulla cerchia degli intellettuali nellorbita dei rispettivi genitori, Silvio dAmico e Emilio Cecchi. Inoltre gli descriveva la propria nuova attività, che la metteva in contatto con tutta una schiera di brillanti cineasti vecchi e nuovi (Castellani, Zampa, Ponti, Soldati, Flaiano, cui presto sarebbero seguiti Visconti, Zavattini, De Sica). Ma soprattutto in questo diario a beneficio di un solo lettore cè la cronaca del risveglio di una città come Roma, ferita ma proiettata con alacre entusiasmo verso il futuro.



Related Topics

Sometimes I can hear my bones straining under the weight of all the lives I'm not living.

User avatar
Posts: 134

Frookonsi, 29.03.2017 07:59

THANK YOU! Max reps added!
User avatar
Posts: 481

Hisiblim, 07.04.2017 19:31

bump can you update it to latest version? Thanks!
You see I usually find myself among strangers because I drift here and there trying to forget the sad things that happened to me.
User avatar
Posts: 285

Andies, 12.04.2017 02:06

thanks for this share